Posted on Lascia un commento

Aminoacidi

Quando si parla di nutrizione normalmente vengono in mente due famiglie principali, i Carboidrati e le Proteine.

Come i Carboidrati non sono composti da altro che zuccheri a catena più o meno ramificata, le Proteine, molto più complesse, sono formate da Aminoacidi, legati tra loro da un legame chimico che viene a formarsi tra un atomo di Carbonio di un Aminoacido con un atomo di Azoto di un secondo, con eliminazione di una molecola d’acqua.

Alcuni Aminoacidi contengono un atomo di Zolfo, oltre al Carbonio, Ossigeno, Idrogeno ed Azoto. Più Aminoacidi (da due a molti), unendosi tra loro formano le Proteine ed, a seconda del numero di legami peptici e quindi al numero di “mattoncini” che le compongono, le stesse vengono anche definite Dipeptidi, Tripeptidi, Oligopeptidi, Polipeptidi.

Dato che gli Aminoacidi si combinano variamente tra loro per formare le Proteine, indispensabili per il corretto funzionamento dell’organismo, essi devono essere introdotti con l’alimentazione o prodotti tramite reazioni biochimiche dall’organismo.

Su 20 aminoacidi che entrano nella sintesi proteica nell’organismo umano, 8 non sono producibili “in proprio”, bensì devono necessariamente essere assunti con i cibi. Sono proprio questi Aminoacidi, definiti “Essenziali”, che spesso non sono presenti in un’alimentazione sbilanciata, per cui è basilare conoscere a fondo le qualità nutrizionali di ciascun alimento in modo da combinarli opportunamente, specialmente se si segue un’alimentazione priva parzialmente o del tutto di proteine di origine animale. Gli Aminoacidi Essenziali sono: fenilalanina, isoleucina, leucina, lisina, metionina, treonina, triptofano, valina.

Ma vediamo come funziona il meccanismo di assorbimento degli aminoacidi: le Proteine vengono trasformate nello stomaco e nel duodeno ed i legami peptidici vengono spezzati. Si liberano così i singoli Aminoacidi, che vengono assorbiti dalle pareti dell’intestino tenue e resi disponibili nel torrente sanguigno per avviare la sintesi di quelle proteine che l’organismo di volta involta richiede.

Il valore alimentare di una proteina è misurato secondo la sua capacità di rendere disponibili tutti ed 8 gli aminoacidi essenziali. Le cosiddette proteine nobili sono quelle che li contengono tutti e sono esclusivamente di origine animale. Le proteine vegetali non contengono MAI tutti gli aminoacidi essenziali, ma devono essere combinate tra loro per fornirli, come detto più sopra in riferimento all’alimentazione vegetariana e vegana.

In caso di aumentato fabbisogno o di deficit proteico (sport, dimagramento, cattiva od insufficiente alimentazione) una corretta integrazione con Aminoacidi puri, in modo da evitare un passaggio (da proteine ad aminoacidi), che prevede dei tempi di digestione lunghi ed un sovraccarico a livello epatico e renale, avrà sicuramente un’efficacia superiore rispetto ad un’integrazione con proteine ed inoltre eviterà un’eccessiva sovralimentazione con carni e latticini che fatalmente apportano una notevole quota di grassi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *