Posted on 2 commenti

Azoto

di Fabio Cannilla.

L’Azoto è un elemento chimico con numero atomico 7, presente in natura nell’aria, di cui costituisce il 78,09% ed in numerosi composti minerali. Il significato della parola Azoto, che deriva dal greco, è A (privo) Zoè (di vita), in quanto non permette la combustione dell’ossigeno e di conseguenza la respirazione cellulare.

L’importanza dell’Azoto per la salute e la vita risiede nella sua forma coniugata nelle proteine, negli acidi nucleici, in alcune vitamine ed in altri composti organici presenti in tutti gli organismi animali e vegetali, in cui il legame Peptidico o Covalente dell’Azoto serve a conferire tridimensionalità alle strutture.

Tramite una reazione biochimica, la Deaminazione (che coinvolge le Proteine, le Basi Azotate, la Citosina, la 5-Metilcitosina e l’editing dell’RNA), l’Azoto, una volta esaurita l’importante funzione di legame, deve essere smaltito, poiché durante questa fase, legandosi ad una molecola d’acqua, dà luogo alla formazione di una sostanza altamente tossica, l’Ammoniaca. Questa reazione serve a riciclare gli Aminoacidi quando le proteine e le altre molecole abbiano esaurito la loro funzione.

Non è certo questa la sede nella quale approfondire questi concetti di Biochimica e Fisiologia, ma comunque è importante tenere ben presente quali conseguenze si possono verificare a valle di questo meccanismo qualora un evento stressante intervenisse a modificarlo in senso negativo.

Se l’organismo è in equilibrio e la Deaminazione avviene in modo corretto, l’ Ammoniaca che si è formata si lega all’Anidride Carbonica, formando un nuovo composto, l’Urea, meno tossica, che viene eliminata attraverso i reni nell’urina.

Se ciò non avviene correttamente, qualora per sovraccarichi del sistema digerente ed escretore dovute ad un’alimentazione sbilanciata o per altri fattori, si instaura uno stato di intossicazione generale dell’organismo, per il rilascio di un surplus di Ammoniaca che non può essere correttamente trasformata in Urea.

Le conseguenze potrebbero essere gravissime e scatenare patologie coinvolgenti gli organi deputati all’escrezione od addirittura causare mutazioni genetiche del DNA e RNA.

Come sempre, qualora non siano presenti a monte patologie debilitanti degli organi preposti all’escrezione od altri fattori intrinseci, l’alimentazione sana e bilanciata gioca un ruolo importantissimo che è alla base della salute generale dell’individuo e sicuramente è la prima medicina indispensabile al ristabilimento dell’equilibrio in caso di patologie pregresse!

2 thoughts on “Azoto

  1. Quando ho inizialmente commentato ho cliccato sulla casella di controllo “Notifica quando vengono aggiunti nuovi commenti”
    e ora ogni volta che viene aggiunto un commento ottengo parecchi email
    con lo stesso commento. C’è un modo è possibile rimuovere persone da quel servizio?
    apprezzarla ! Maramures Grazie, buona giornata!

    1. Buongiorno Patrizia,
      grazie per la segnalazione.
      Il fatto è che io non vedo il suo commento originario, ma solo la sua segnalazione.
      Questo articolo, tra l’altro, ha solo questo commento per il momento.
      Mi faccia sapere.
      Grazie.

      giancarlo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *